Posta elettronica certificata per imprese e professionisti

PEC Mailsicur@

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica (che utilizza i protocolli standard della posta elettronica tradizionale) nel quale al mittente viene fornita, in formato elettronico, la prova legale dell'invio e della consegna di documenti informatici.

Il decreto legge 185 del 29 novembre 2008 stabilisce l'obbligo, per le società di capitali, per le società di persone e per i professionisti iscritti in albi o elenchi e le pubbliche amministrazioni, di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC).

Posta elettronica certificata PEC

Per le società di nuova costituzione la PEC è immediatamente obbligatoria e deve essere richiesta alla costituzione della società (la mancata comunicazione dell'indirizzo PEC determina la sospensione del procedimento di iscrizione al Registro Imprese).

Per le società già costituite al 29/11/2008 la PEC deve essere richiesta entro e non oltre il 29/11/2011 e deve essere comunicata al Registro Imprese competente.

Per i professionisti (avvocati, ingegneri, architetti, consulenti del lavoro, dottori commercialisti ed esperti contabili, ecc...) diviene obbligatoria dal 29/11/2009 e va comunicata all'ordine o collegio di appartenenza.

Per le amministrazioni pubbliche che non vi avessero ancora provveduto ai sensi dell'art. 47, comma 3, lettera a), del Codice dell'Amministrazione digitale (CAD) devono istituire una casella di posta certificata per ciascun registro di protocollo e ne danno comunicazione al DigitPA (ex CNIPA).

Cos'è la PEC?

La Posta Elettronica Certificata (PEC) è un sistema di posta elettronica (che utilizza i protocolli standard della posta elettronica tradizionale) nel quale al mittente viene fornita, in formato elettronico, la prova legale dell'invio e della consegna di documenti informatici.

Perché attivarla?

Per eseguire comodamente via internet numerose operazioni in totale sicurezza, come richiedere informazioni, inviare istanze e documentazioni, ricevere documenti e comunicazioni senza doversi recare fisicamente negli uffici della Pubblica Amministrazione.

Strumenti di garanzia della PEC:

  • Utilizzo della firma elettronica per garantire l'integrità del messaggio
  • Scambio di ricevute firmate dai gestori
  • Tenuta di log immodificabili delle attività svolte
  • Riferimento e marca temporale
  • Sincronizzazione degli orologi

Scopo della PEC:

  • Dare certezza al processo di inoltro
  • Dare valenza legale alla posta elettronica
  • Sostituire integralmente il servizio di posta tradizionale

Caratteristiche principali della PEC:

Semplicità

Il servizio PEC si usa come la normale posta elettronica sia tramite programma cliente (es. Outlook Express), sia tramite web mail, sia tramite gestionale documentale.

Sicurezza

Il servizio utilizza i protocolli sicuri POP3s, IMAPs, SMTPs ed HTTPs.
Tutte le comunicazioni sono protette perché crittografate e firmate digitalmente.
Per questo avrete sempre la certezza che i messaggi inviati o ricevuti non possano essere contraffatti.

Valore legale

A differenza della tradizionale posta elettronica, alla PEC è riconosciuto pieno valore legale e le ricevute possono essere usate come prove dell'invio, della ricezione ed anche del contenuto del messaggio inviato.
Le principali informazioni riguardanti la trasmissione e la consegna vengono conservate per 30 mesi dal gestore e sono anch'esse opponibili a terzi.

No virus e spam

L'identificazione certa del mittente di ogni messaggio ricevuto ed il fatto che non si possano ricevere messaggi non certificati, rendono il servizio PEC pressoché immune dallo spam.

Risparmio

Confrontando i costi di una casella PEC con quello di strumenti quali fax e raccomandate è evidente il risparmio che si può ottenere non solo in termini economici, ma anche di tempo.

Costo fisso

Il prezzo annuale di una casella PEC non prevede costi aggiuntivi in base all'utilizzo.

F.A.Q. PEC

Posso spedire messaggi PEC a caselle tradizionali?

Con una casella PEC e' possibile spedire un messaggio ad una casella email tradizionale (non PEC) anche se, in tal caso, il mittente non riceve , com'è ovvio, la ricevuta di avvenuta consegna.
Il mittente riceve tuttavia una ricevuta di accettazione che può essere utilizzata come attestazione dell'avvenuto invio in un ben definito istante temporale.
Questo tipo di invio viene utilizzato, ad esempio, per la spedizione delle fatture.

Posso ricevere mail tradizionali (non PEC)?

La posta certificata è stata creata per scambiare messaggi tra caselle PEC. Per questo motivo e allo scopo di eliminare il problema dello spamming le caselle PEC vengono impostate (come default) in modo da non accettare messaggi di posta convenzionale (non PEC).
L'utente ha però la possibilità di modificare tale impostazione e decidere di accettarli oppure di redirigerli verso una casella di posta convenzionale a sua scelta (servizio di inoltro).
Nel caso in cui l'utente intenda accettare i messaggi convenzionali, può inoltre decidere di spostarli automaticamente all'interno di una cartella a sua scelta.
Nel caso in cui si decida di accettare i messaggi di posta non certificata si suggerisce di attivare il filtro antispam.

Come funziona tecnicamente la posta elettronica certificata?

Ogni messaggio inviato viene inglobato all'interno di un "messaggio di trasporto" che viene firmato digitalmente in modo da preservarne l'integrità e la riservatezza.
Quando il messaggio arriva a destinazione viene verificata la firma (e quindi viene controllato che non ci siano state manomissioni durante i percorso) e viene consegnato al mittente.
Non appena effettuata la consegna all'interno della casella del destinatario, il server del mittente invia una ricevuta di avvenuta consegna al mittente contenente il riferimento temporale dell'operazione di consegna.

Vuoi parlarci della tua idea?
Informativa estesa sull'uso dei cookies