Continua

4 + 4 motivi per cui è importante avere un blog nel settore sanitario

Informare il pubblico e tenerlo aggiornato,

Matteo
Matteo Social Media Manager

Nel settore sanitario il blog è essenziale

Ormai quasi tutte le attività dispongono di canali digitali per dialogare con i propri clienti. Siti web, applicazioni, social network sono tutti diventati strumenti fondamentali per farsi promozione, conquistare la fiducia degli utenti e trasformarli gradualmente in consumatori affezionati. Il blog, in particolare, è diventato negli ultimi anni un’arma indispensabile per chi gestisce un’attività: consente di informare il pubblico e tenerlo aggiornato, fornendogli contenuti interessanti, targettizzati e mai invasivi, ossia esattamente ciò che cerca chi naviga in rete.

Nel settore sanitario, che per altro è soggetto a limitazioni specifiche sulla pubblicità, il blog diventa ancora più essenziale. Le strutture mediche private o i professionisti autonomi possono infatti sfruttarlo per instaurare un dialogo con i pazienti senza bisogno di proporre loro contenuti di tipo commerciale, espressamente vietati dalla legge, con vantaggi per tutti.

Il blog consente di informare il pubblico e tenerlo aggiornato, fornendogli contenuti interessanti

1) Approfondimento

Un “contenitore” curato e ben scritto può aiutare i pazienti ad approfondire alcuni temi che, senza una guida, risulterebbero complessi. Chiunque si trovi ad affrontare problemi di salute ha interesse a comprendere i propri sintomi, le conseguenze e le possibili soluzioni: una spiegazione semplice, ma allo stesso tempo dettagliata, è certamente di grande aiuto per chi sta cercando di farsi un’idea della propria situazione.

2) Informazione continua

Un blog può essere valido anche nell’aggiornare sulle novità della ricerca medica e tecnologica. Attraverso le sue pagine i lettori possono venire a conoscenza delle terapie e delle strumentazioni più moderne, imparando a conoscerle e a comprenderne l’utilità.


3) Un punto di riferimento

Uno degli aspetti più importanti di avere uno strumento di questo tipo nel settore sanitario è il fatto che esso può diventare un faro nel mare in tempesta che è il mondo del web. In una rete che pullula di informazioni spesso poco affidabili, un canale serio e professionale, che riporta solo dati scientificamente provati, diventa un punto di riferimento imprescindibile per chi vuole approfondire questioni legate alla salute.


4) Esperienze di vita

Questo canale può diventare lo strumento attraverso cui entrare in contatto con storie affini alla propria. Per chi è in cerca di risposte, di pareri e di rassicurazioni non c’è nulla di più importante che venire a conoscenza di esperienze di vita reali, nelle quali immedesimarsi. Leggere dei case study dai risvolti positivi può essere più importante di qualunque approfondimento tecnico o scientifico.

Ma, come dicevamo poco sopra, un portale di informazione in ambito sanitario non è utile solo ai pazienti: esso è un valido alleato anche per i professionisti del settore, che possono sfruttarlo per migliorare il rendimento della propria attività.


1) Informazioni pratiche

Il blog può essere innanzitutto sfruttato per comunicare in modo più coinvolgente e meno distaccato informazioni pratiche come gli orari, i costi, il funzionamento dei servizi offerti e le procedure messe in atto dalla propria attività.

2) Esaltazione della professionalità

È inoltre un mezzo importante per trasmettere professionalità e competenza: pubblicare le ultime novità legate alla propria specializzazione, ricerche o case study ai quali si è preso parte in prima persona significa dimostrare la propria esperienza e il proprio valore ai lettori.

3) Conquista della fiducia

Fornire ai pazienti informazioni e consigli utili, non solo per la cura, ma anche per la prevenzione, è il modo migliore per dimostrarsi più “accessibili” e più vicini alle loro esigenze, abbattendo quel tradizionale distacco che spesso caratterizza l’ambito sanitario.

4) Conquista del web

Va infine sottolineato uno dei vantaggi più pratici dell’avere un blog nel settore sanitario, cioè la possibilità di migliorare la propria presenza digitale e la propria rintracciabilità sia sui social (dove i vari articoli vengono condivisi), sia sui motori di ricerca, innescando un circolo virtuoso fatto di condivisioni e passaparola.

Insomma, avere un canale web anche per chi opera in ambito medico e sanitario è ormai imprescindibile per garantirsi competitività online e successo professionale. Ricordando che al centro di tutto rimane sempre il cliente o, in questo caso, il paziente, che deve poter fruire di contenuti validi, mirati prima di tutto a catturarne l’attenzione, coinvolgerlo e guadagnarsi la sua fiducia a lungo termine.