Continua

Blog su sito: perché è fondamentale per la scalata su Google

Accresci la notorietà del tuo brand aggiornando i contenuti del tuo blog

Federico
Federico CEO e supervisore

Il tuo blog e la SEO sono importanti alleati per l'ottimizzazione del tuo sito

Hai mai pensato di arricchire il tuo sito con un blog? No?

Invece dovresti farlo, perché avere un blog comporta grandissimi vantaggi, sia per accrescere la notorietà del tuo brand sia per migliorare il posizionamento di tutto il tuo sito sui motori di cerca, elementi che ogni imprenditore deve considerare se vuole aumentare il fatturato della propria azienda. Il blog e la SEO, l’ottimizzazione dei siti web per portarli nelle prime pagine di Google, vanno a braccetto.

Perché Google valuta positivamente un blog

Da tempo è noto che Google premia i siti che si aggiornano di frequente: li ritiene infatti molto utili per gli utenti, e per questo li fa
scalare nelle posizioni più alte della SERP. 

Ma il mio sito non cambia così spesso i suoi prodotti, come faccio ad aggiornare i miei contenuti?”

Semplice, con il blog. Grazie al blog puoi pubblicare notizie su eventi e fiere di settore, sui traguardi raggiunti dalla tua azienda, o anche guide all’utilizzo dei tuoi prodotti e servizi, video, infografiche, e ogni cosa che possa aiutare i tuoi potenziali clienti a conoscere meglio la tua azienda. Un articolo che spiega come utilizzare un nuovo prodotto, in modo semplice e coinvolgente, vale molto di più di una
fredda scheda tecnica, sia agli occhi di Google che a quelli dell’utente.

Inoltre, avendo tante nuove pagine a disposizione sul tuo sito, potrai aumentare in modo naturale il numero delle parole chiave con cui apparire sui motori di ricerca e indicizzare nuove pagine. E l’ottimizzazione di un articolo è di gran lunga più semplice rispetto a quella di una pagina commerciale o di una scheda prodotto, perché permette di inserire le keyword in modo naturale e scorrevole. In più, Google saprà che il tuo sito è presente su web per tutte le parole chiave legate ad un determinato argomento, e che quindi la tua azienda è fra quelle leader del settore, riuscendo a portare a casa numerosi obiettivi di business come aumentare il fatturato.

Se poi i tuoi contenuti sono nuovi, o se sei fra i primi a pubblicare una determinata notizia di interesse per il tuo target, Google premierà di sicuro il tuo sito: dopo uno degli ultimi aggiornamenti dell’algoritmo infatti, Google ha dimostrato di dare maggior risalto a quei siti che sanno essere sempre sul pezzo, se non essere addirittura i primi a dare la notizia.

Più contenuti, più utenti raggiunti

Aprire un blog non è solo un modo per “far contento” Google e scalare così la SERP, ma anche un metodo per avvicinare gli utenti al tuo prodotto. E non stiamo parlando di clienti già fidelizzati che già conoscono la tua azienda, ma di clienti nuovi grazie ai quali si potrà coronare la possibilità di aumentare il fatturato. Se attivi la funzione condivisione e commenti all’interno del tuo blog, potrai dare ai lettori la possibilità di commentare il tuo articolo e soprattutto di condividerlo sui principali social media. Questo, da un lato, ti regala dei link gratis (utili per la link building e la SEO off-page) e dall’altro contribuisce a diffondere online il tuo testo e il tuo brand, come una sorta di passaparola digitale. Con un semplice articolo, ben strutturato e accattivante, puoi raggiungere quindi tanti nuovi potenziali clienti in modo completamente gratuito.

Inoltre, sempre parlando di ottimizzazione SEO e link building, tieni presente che l’articolo di un blog è un contenuto interessate e utile che può essere citato anche da altri siti, ed anche questo è uno degli elementi che contribusce a perseguire alcuni obiettivi imprenditoriali come aumentare il fatturato. In genere si fa fatica a trovare altre testate e portali che accolgano un link esterno, come quello ad una scheda prodotto o ad un servizio. Al contrario, un buon articolo risulta molto più apprezzato, anzi, può capitare che siano gli stessi siti a linkarlo gratuitamente e non essere tu a chiedere di poter essere ospitato sul loro sito.